La costa marchigiana

Scopri le splendide spiagge e la storia delle città che si affacciano sull'Adriatico

Parco Naturale del Monte San Bartolo

Il Parco Naturale del Monte San Bartolo è situato lungo la fascia costiera che unisce Pesaro con Gabicce Mare, e si sviluppa per un’estensione di circa 1600 ettari in un ambiente veramente particolare ed insolito rispetto all’abituale aspetto della linea costiera adriatica. Si caratterizza principalmente per la falesia direttamente a strapiombo sul mare, rara in tutto l’Adriatico. Le sommità del rilievo permettono una visione sulla costa e sull’Adriatico. Ai piedi della falesia si trova una particolare spiaggia ciottolosa, caratterizzata da cogoli, dalle forme tondeggianti di color giallo oro.
Il territorio del parco comprende anche un armonioso paesaggio rurale che degrada sull’altro versante, con un susseguirsi di campi coltivati, filari di alberi e prati perfettamente integrati tra loro, nonché la presenza di alcuni caratteristici borghi, Gabicce Monte, Casteldimezzo, Fiorenzuola di Focara e Santa Marina Alta, molto interessanti dal punto di vista paesaggistico perché situati su promontori a picco sul mare. Il parco è interamente attraversato dalla strada Panoramica Adriatica, che congiunge Pesaro con Gabicce Mare attraverso 24 chilometri caratterizzati da molti tornanti, salite e discese. Dal punto di vista escursionistico il San Bartolo propone una rete sentieristica con una serie di percorsi di varia difficoltà.
Il Parco Naturale San Bartolo dista circa 55 km da Il Giuggiolo

Senigallia

Fondata nel IV secolo a.C. da una tribù di Galli Senoni, fu la prima colonia romana della costa adriatica. Sorge sulla costa medio-adriatica alla foce del fiume Misa, a metà strada tra Pesaro e Ancona. Il territorio è prevalentemente pianeggiante con colline degradanti verso il mare.
La città conobbe un grande sviluppo grazie a Giovanni della Rovere. A partire dal 1600 la città raggiunse il suo massimo splendore, punto d’incontro dei commerci e della cultura del centro Europa.
La città si sviluppò e si abbellì di numerosi tesori d’arte: il Foro Annonario, di pianta circolare su cui sorgono 24 colonne in stile dorico, il Duomo, il palazzo del Duca, i portici Ercolani, la Rocca Roveresca, perfettamente conservata, e il teatro La Fenice.
Nel 1846 il senigalliese Giovanni Maria Mastai Ferretti venne nominato papa con il nome di Pio IX.
Nel 1853 venne realizzato il primo stabilimento balneare, Senigallia divenne una delle mete più ambite dell’Adriatico. Nel 1933 venne inaugurata la Rotonda a Mare.
Senigallia dista 50 km da Il Giuggiolo.